Il restauro deve assicurare la sopravvivenza materiale dell’opera e mirare alla restituzione della sua veste originaria, nel rispetto di quei mutamenti intervenuti nel tempo. Il restauro è quindi una disciplina critica e non meramente tecnica, che trova nella dialettica tra le diverse professionalità coinvolte, la propria ragion d’essere.

Mnemosyne è in grado di operare su un ampio genere di materiali diversificati grazie alle specifiche competenze dei suoi professionisti: manufeatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno, in osso, in avorio e in cera; manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti; opere d’arte contemporanea e installazioni; arredi e strutture lignee, cornici dorate e laccate; manufatti tessili e in cuoio; dipinti murali, manufatti lapidei, stucchi e mosaici; metalli, ceramica e vetro.

 

.

 

 

 

Tavole e tele dipinte

Restauratori e conservatori con formazione specifica nel ramo delle opere dipinte mobili posseggono esperienza decennale nel settore e vantano collaborazioni con musei, gallerie e collezioni private.

Torna a Conservazione e Restauro

 

 

 

 

 

.

 

 

Contemporaneo

L’arte moderna e contemporanea assume forme e si appropria di materiali inaspettati che sempre più spesso necessitano di cure premature e attenzioni particolari. Il ventaglio delle possibili combinazioni rintracciabili è in continua evoluzione e mutamento. Soltanto attraverso un costante aggiornamento, approfondimenti teorici e tecnici e continue sperimentazioni è possibile far fronte alle esigenze di questa forma d’arte così varia e mutevole che oggi trova innumerevoli declinazioni passando dalle installazioni, ai video, alle performance, o ancora agli oggetti d’uso comune e al design.

Torna a Conservazione e Restauro

 

 

 

 

 

.

 

 

Arredi e strutture lignee

Gli arredi lignei sono manufatti estremamente complessi che non possono essere considerati semplici oggetti antiquariali e di complemento. L’approccio tecnico e metodologico per questo genere di opere deve essere il medesimo che si adotta, come prassi già consolidata, nei settori più tradizionali del restauro.

 

Torna a Conservazione e Restauro

 

 

 

 

 

.

 

 

Tessili e cuoio

Settori molto importanti nelle arti decorative sono spesso stati considerati, a torto, degli ambiti di intervento minori. Moltissimi sono i manufatti di questi generi che troppo spesso risultano conservati in maniera non idonea. Le chiese sono il più delle volte custodi inconsapevoli di ricchissimi patrimoni tessili o in cuoio non valorizzati.

 Torna a Conservazione e Restauro

 

 

 

 

 

.

 

 

Dipinti murali e manufatti lapidei

Le superfici decorate dell’architettura (dipinti murali, manufatti lapidei, mosaici e stucchi), così come suggerito dal nome stesso, insistono indissolubilmente, tranne qualche eccezione, generalmente su contesti per loro natura molto complessi; complessa risulta pertanto la progettazione e realizzazione di un intervento di conservazione e/o restauro di questi manufatti, che da questa particolare realtà di stato non può prescindere e che di conseguenza spesso si concretizza in situ, con tutte le difficoltà annesse e connesse all’impianto di un’attività di cantiere.

 Torna a Conservazione e Restauro

 

 

 

 

 

.

 

 

Metalli, ceramica e vetro

Arredi, armi, oggetti liturgici, lumi, sculture, orologi, arte contemporanea e design: a queste categorie appartengono moltissimi oggetti antichi e moderni. La maggior parte di questi fanno parte dell’esteso e complesso gruppo delle arti applicate, ovvero di quelle forme di espressione il cui processo creativo non è fine a sé stesso ma è volto alla realizzazione di oggetti d’uso e di arredamento.

Torna a Conservazione e Restauro

Mnemosyne